Virginia, la nostra Wedding Planner:”Amo far sognare ad occhi aperti”

Virginia, la nostra Wedding Planner:”Amo far sognare ad occhi aperti”

Vi siete mai soffermati a riflettere su come le passioni, a volte, possano nascere e svilupparsi con modalità del tutto imprevedibili? Io si, ed è proprio di questo che vorrei parlarvi. Prima di tutto mi presento: mi chiamo Virginia, ho 32 anni, vivo e lavoro a Messina. Di cosa mi occupo nella vita? Di amore. No, non avete letto male e non mi sono espressa nella maniera sbagliata. L’amore è la mia vita. Privata, certo, ma anche professionale. Sono una wedding planner. Una di quelle persone a cui le coppie che stanno per fare il passo più importante della loro vita si affidano per organizzargli il giorno del fatidico “si”. E’ un evento speciale e il mio compito è quello di renderlo immortale, di consegnarlo alla memoria come uno tra i momenti più straordinari che due amanti possano vivere.

Ma come nasce questa mia passione che solo in un secondo momento è divenuta un lavoro? Andiamo con ordine. La mia è una famiglia di gente alla mano, composta da quelli che qualcuno individuerebbe come “festaioli”. Ed è vero, lo siamo. Ci piace vivere con il sorriso sulle labbra, godendoci appieno una festa di compleanno, un battesimo, una semplice ricorrenza. Ci piace divertirci, che male c’è? Fin da piccola ho sempre cercato di curare i dettagli di questi eventi, mettendo la mia fantasia e la mia buona volontà a disposizione della causa. Sei anni fa, poi, Claudio mi chiese di sposarlo. Il giorno del nostro matrimonio, il più emozionante che io abbia mai vissuto, lo vissi con consapevolezza di chi voleva condividere quelle suggestioni.

Due anni più tardi, nel 2016, Antonella, la mia cara e sincera amica, mi chiese di aiutarla a organizzare il suo. Come dire di no? Ecco, da quel momento ho avuto consapevolezza che l’amore e la passione, se uniti, possono portare a risultati eccezionali. Mi innamorai di questo mondo, dei matrimoni, della loro organizzazione e delle grandi emozioni che da questi possono derivarne. Una vita in bianco, insomma. Fin da quei giorni mi sono attivata per migliorare, per progredire e ottenere risultati sempre più prestigiosi, sempre nell’ottica di rendere il giorno del matrimonio il più bello della vita di una coppia. Ho seguito corsi e frequentato accademie. Fra queste la Enzo Miccio Academy (era il 2018), esperienza impareggiabile che ha aperto la mia mente a nuove esperienze e orizzonti.

Non passa giorno senza che tenti di elaborare nuovi dettagli, nuovi elementi, nuovi fattori in grado di risultare differenzianti e determinanti. Organizzare un evento è bellissimo, ma comporta anche una grande responsabilità. La fiducia che gli sposi ripongono nel mio lavoro è massima e per questo avverto la necessità di migliorarmi costantemente. Solo attraverso l’impegno si può crescere. Vedere l’emozione nei loro occhi, poi, fa sempre un certo effetto. Vivo ogni matrimonio come fosse il mio. Anche io sogno con loro. Suppongo che arrivati a questo spunto sia inutile specificare quanto io mi senta un’inguaribile romanticona. Ma sono fatta così, mi piace sognare a occhi aperti. Mi piace far sognare a occhi aperti. Il matrimonio è un sogno che merita di essere vissuto con gli occhi dell’amore, quelli che ti fanno vedere tutto da una prospettiva diversa.



×