Matrimoni, tradizioni e riti scaramantici: conosci queste usanze inglesi?

Matrimoni, tradizioni e riti scaramantici: conosci queste usanze inglesi?

Care amiche e cari amici, ben ritrovati sulle pagine de “Il diario della sposa”. Dopo avervi raccontato le origini dell’abito bianco nuziale, quest’oggi vorrei proseguire il mio viaggio alla scoperta delle tradizioni legate ai matrimoni. Ma non siamo in Sicilia o in Italia, come potreste pensare, bensì in Inghilterra. Lo abbiamo già detto, ogni futura sposa sa bene che esistono regole tassative e rigorose cui non potersi sottrarre. Il giorno del matrimonio, infatti, non può prescindere da un’organizzazione impeccabile che tenga in considerazione anche il più piccolo e, apparentemente, insignificante dettaglio.

Le tradizioni, quando seguite alla lettera, sono come un elenco di regole da seguire e rispettare. Vengono tramandate di madre in figlia, arricchite e impreziosite con retaggi culturali in grado di sopravvivere al mutare del tempo e dei costumi, sempre verdi e affascinanti. Quelle popolari, esattamente come i riti scaramantici derivanti da vecchie leggende, hanno quel qualcosa in più che le rende particolarmente curiose. Ma quali sono gli oggetti che la sposa deve assolutamente indossare il giorno del sì? E, cosa simboleggia ognuno di questi oggetti? Nel rispondere alla prima domanda è assolutamente necessario citare un antico detto anglosassone che individua in cinque gli elementi immancabili:

– Un oggetto vecchio, datato, antico, che sia frutto di un lascito familiare. Una piccola eredità atta simboleggiare il legame tra il passato e la vita futura che la sposa si troverà a vivere, che farà da ponte tra la sua famiglia di origine e quella nuova con cui trascorrerà il resto del proprio tempo.
– Un oggetto prestato, una sorta di pegno d’amore. E’ considerato il simbolo dell’importante degli affetti, come un piccolo amuleto con cui proteggere la sposa. Fondamentale, però, è che a prestarlo sia una persona vicina e, per questo, affezionata alla sposa.

– Un oggetto nuovo con cui simboleggiare il futuro, la nuova vita che sta per iniziare e che gli sposi affronteranno insieme.

– Un oggetto di colore blu. Il classico blu anglosassone, quello erroneamente inteso come tale, indica in realtà il colore azzurro del cielo che sta a simboleggiare la purezza e la sincerità della sposa in procinto di recarsi all’altare.

– Un penny nelle scarpe. Ecco, questa, tra tutte le usanze, è sicuramente la meno nota e, al contempo, la più inusuale. La tradizione vuole che la sposa faccia scivolare una monetina nella scarpa come simbolo di vita matrimoniale prospera e di benessere. Un augurio, quindi, imprescindibile per chiunque sia in procinto di sposarsi.

Queste sono solo alcune delle tante tradizioni legate al “wedding day” che nel tempo sono state tramandate di generazione in generazione, sia nel Regno Unito che nel resto d’Europa. Ce ne sarebbero ancora molte da far conoscere, e non è detto che non accada nelle prossime puntate del blog.

Continuate a seguirmi, a darmi consigli e a scambiare informazioni, insieme possiamo costruire un piccolo spazio per far conoscere tutti i segreti di questo bellissimo mondo. A venerdì prossimo.



×